UNDER 18 IN INGHILTERRA – SECONDA PARTE

UNDER 18 IN INGHILTERRA – SECONDA PARTE

SECONDA PARTE UNDER 18 IN INGHILTERRA
Di questo Weekend da Leoni vi devo ora raccontare il seguito dal terzo tempo alla domenica…….
Ma andiamo per ordine, finalmente ho rivisto un vero terzo tempo ……erano anni che mi mancavano!!!
Sono ritornato indietro nel tempo quando anche io giocavo, quindi qualche anno fa!!!!!
Tutti insieme a festeggiare insieme mangiando e bevendo birra gentilmente offerta dalla società Park House pinte a cui i nostri ragazzi non credevano che fossero tutte gratuite….facevano spola a turno a riempire la pinta da 5 litri e a riempire il proprio bicchiere…….ma devo dire che nessuno ha esagerato visto che dal termine della partita a quando siamo ripartiti in pullman erano passate circa 5 ore, un bel terzo tempo direi, dove i nostri ragazzi insieme hai nostri avversari hanno fatto comunella con scambio di magliette, tute, camicie, felpe di tutto e di più sembrava un mercatino natalizio, poi si sono cimentati in incontri di braccio di ferro, dove Gabriellone e Antonino si sono dovuti sacrificare ad incontrare di tutto e di più anche ragazze presenti nella Club House attorniati da compagni ed avversari che incitavano i due contendenti….alla fine scambio di doni tra i responsabili delle due società con cravatte gagliardetti ed altro con la promessa di portare avanti questo bel sodalizio che si è creato tra queste due società, loro hanno detto che faranno il possibile per essere qui da noi per il torneo Aceri di maggio e sicuramente verranno a farci visita il prossimo anno a Settimo sia con la Under 16 che 18, devo dire che i ragazzi anche con grossi problemi di lingua facevano di tutto per cercare di farsi capire e veramente stato un momento aggregante per tutti che difficilmente in questi anni ho visto farsi con gli avversari. Ringrazio di cuore tutta la società Park House per l’ospitalità e signorilità a farci i complimenti sia ai giocatori ma anche agli allenatori e personalmente anche a me della partita e del comportamento di tutti i nostri ragazzi, e questo mi inorgoglisce ancora di più, credetemi non e facile vincere all’estero e avere tanti riconoscimenti e apprezzamenti.
Il saluto finale si e protratto a lungo con i ragazzi inglesi saliti sul nostro pullman a salutare per l’ultima volta i nuovi amici italiani….dimenticavo nella loro club house verso la fine da parte dei nostri ragazzi e stato cantato anche l’inno di Mameli!!!

Ora ci aspettava la serata del sabato sera ……vero pericolo in quanto si è deciso di dar fiducia ai nostri Leoni di andare a mangiare dove meglio volessero con la raccomandazione di non fare troppo tardi fissando un orario di rientro giusto, nel caso di qualche problema avvisarci immediatamente al cellulare ( non vi è stato nessuno squillo tutto ok) in quanto il giorno dopo ci saremmo alzati alle ore 7.30 colazione alle 8.00 e poi partenza per Londra alla visita della capitale.
Io Sergio e Alex abbiamo optato per una cena ad un ristorante conosciuto da Alex a mangiarci una bella bistecca!!! Mentre i ragazzi abbiamo poi saputo che erano finiti per caso a mangiare Hamburger e Fish and chips….ma che caso!!!!!
Al nostro rientro in albergo verso le 23.30 erano già tutti in albergo!!!!! Da non credere, meglio cosi.
Per quanto riguarda la notte io ho dormito in camera con Sergio……io non lo ho sentito russare mi avevano detto che era dura dormire con lui !!!
Alla mattina come d’incanto tutti presenti a far colazione nessuno non si era svegliato………forse ho capito anche perché, dopo il nostro passaggio non so cosa sia rimasto per chi si è alzato dopo di noi.
Passeggiata a piedi di circa 10 minuti per raggiungere la stazione ferroviaria di Orpingthon dove qualcuno già si lamentava perché non in pullman….andiamo bene visto il programma della giornata…..
Partiti da Orpingthon dopo poco più di 30 minuti arriviamo alla stazione di Charing Cross direttamente su Trafalgar Square dove c’e’ il monumento dell’ammiraglio Nelson alla cui base ci sono i leoni (foto della squadra di rito), e di fronte c’e’ la famosa National Gallery con parte dei dipinti più famosi al mondo. Poi siamo scesi verso Downing Street sede del governo britannico, abbiamo visto sul retro la piazza d’armi dove ci sono i bobby a cavallo. Dopo siamo andati sotto al big ben anche se in fase di restauro. Da li abbiamo potuto ammirare, dal ponte di Westminster la famosa ruota panoramica London Eye, poi siamo ripassati davanti al Big Ben dove di fianco abbia visto la abbazia di Westminster, famosa anche perche vi fu incoronata Elisabetta e tutti i sovrani a lei precedenti.
Da li abbiamo attraversato il st James park, dove nei laghetti vi sono i cigni che per decreto storico appartengono alla regina, quindi intoccabili.. per poi arrivare davanti a Buckingham Palace, la residenza reale dove era in atto il famoso cambio della guardia con caroselli dei cavalli delle guardie reali (curiosita’ l’allenatore della prima squadra del Park House e’ il capo delle guardie reali della regina), tra le altre cose la regina era a palazzo perchè lo si nota guardando la bandiera britannica posta al centro dello stesso che se issata tutta dichiara la presenza della regina.
Da siamo risaliti dall’altro lato del parco per approdare sulla Piccadilly, corso importante dove c’e’ il, famoso Ritz e porta direttamente su Piccadilly Circus, una delle piazze più famose al mondo, li poco distante abbiamo fatto un pit stop per assaporare un delizioso hamburger ( per Lone e Gianluca qualcuno in più…).

Dopo la meritata sosta gastronomica abbiamo proseguito attraversando il quartiere di Soho famoso per i suoi locali notturni, per arrivare sul covent garden famosissimo ed antico mercato storico di Londra dove si trovano ancora bancarelle saltimbanchi ed artisti di strada. abbiamo poi proseguito il nostro cammino sugli Strands passando davanti al Kig’s college scuola famosa per aver sfornato personaggi illustri. Dopo gli strands proseguendo diritti si arriva su Fleet Strett dove c’è la corte di giustizia di Londra, l’antico negozietto della Twinings the e la sede di molte testate giornalistiche. Sempre diritti salendo abbiamo potuto ammirare la cattedrale di Saint Paul che è la chiesa più famosa di Londra che ha ospitato il matrimonio di Carlo e Diana, il funerale di Winston Churchill ed ospita le spoglie dell’ammiraglio Nelson solo per citarne alcune.. poi abbiamo attraversato il Millennium Bridge ponte pedonale sul Tamigi ed abbiamo costeggiato il Tamigi stesso passando davanti all’Anchor’s pub famoso per aver ospitato spesso William Shakespeare, siamo poi ritornati sull’altro lato del Tamigi attraversando il Waterloo bridge per poi tornare alla stazione di Charing Cross per riprendere il trenino per il ritorno verso l’albergo.
Raccattati i bagagli, si sale sul pullman per aeroporto dove appena arrivati vediamo che il nostro volo è stato posticipato……non ci resta che avventurarci nel mangiare qualcosa all’aeroporto, visto che avevo la cassa dei soldi data dai genitori per eventuali emergenze decido di utilizzarla per la cena di tutti raccomandando che avevamo una base massima di spesa di 20 sterline il resto in caso di superamento del limite sarebbe stato diviso tra tutti……indovinate, non sono bastati……..le famose lasagne al forno con rucola!!! Uniche, sono andate leteralmente a ruba e divorate dai possenti Leoni come pure gli Hamburger…….
Finalmente dopo lunga attesa siamo riusciti a farci imbarcare e partiti in direzione Milano dove ci attendevano parecchi genitori con sciarpe e bandiera italiana all’uscita.
E qui termina la bellissima esperienza vissuta con questo gruppo, spero non sia l’ultima, ma l’inizio di un anno che ci possa regalare ancora tante soddisfazioni a partire dalla prossima domenica, abbiamo un’altra finale contro il Sondrio, mettiamo da parte questa bella prestazione in terra inglese, ma ora dovete dimostrare a chi non era presente ma soprattutto a voi stessi che non è stato un episodio!!!
Forza LEONI!!!!

Lascia un commento

Close Menu