Under 14 – TROFEO INTERNAZIONALE PROVENCE – 2018

Under 14 – TROFEO INTERNAZIONALE PROVENCE – 2018

TROFEO INTERNAZIONALE PROVENCE – 2018

Venerdì ore 8.30

Ci siamo. Si parte. I Leoni della Quattordici salgono sul pullman: direzione Manosque, Francia. Ad attenderci all’arrivo il coordinatore del torneo e… la “grigliata”

Sabato ore 8.00

Alla sera leoni…

Alcuni dei ragazzi mostrano i segni di un’evidente “nottata da gita”; dopo la colazione un bel giro in paese è l’ideale per dar loro la mazzata finale.  Un po’ di fresco e relax portano il nostri Leoni verso la condizione giusta per affrontare il torneo.

Siamo sul campo 3:  il campo è uno spettacolo.

Si comincia.

All’ombra dei pini inizia la distribuzione delle maglie; è il momento in cui, come supereroi, ci si trasforma in giocatori e i nostri ragazzi lo sanno. Le espressioni mutano, gli sguardi si fanno carichi e seri. Venti ragazzi si stanno trasformando in un’altra cosa: sta nascendo una squadra.

Dal briefing degli allenatori Tino torna con due importanti novità: si gioca a tutto campo e soprattuto si gioca in 15; con 6 e 7, i flanker! In Italia sono ruoli che si imparano solo dalla Under16 in poi. Hanno compiti e movimenti specifici che i nostri dovranno imparare in fretta.

L’allenatore da loro le ultime indicazioni ed istruisce i neo flanker; un po’ di contatto, qualche esercizio di stretching e si entra in campo.

Marsiglia

I Leoni entrano subito in partita, fanno quello che Tino gli ha chiesto: entrare a cannone dare il massimo nei primi 5 minuti per stordire gli avversari. Loro, i ragazzi, vanno anche oltre: Bum-bum! Lyons 12 Marsiglia 0

Sisteron

Altra partita stessa intensità. Stavolta i francesi sono più organizzati e marcano per primi, ma i Leoni non vogliono arrendersi e reagiscono sorprendendo tutti. Due mete, entrambe trasformate, chiudono la gara. Lyons 14 Sisteron 5

Saint Germain

Scontro alla pari, si gioca prevalentemente tra le 2 linee dei ventidue. Un errore di handling e conseguente buco permette ai francesi di posare la palla oltre la linea. I Leoni accusano il colpo ancha a causa di un arbitraggio non proprio friendly. I minuti corrono e la partita finisce. Lyons 0 St.Germain 5

Bassano del Grappa

Tocca ora la squadra, a mio avviso, più forte del girone. Sono bravi ed in tantissimi. I Leoni, complice la poca distanza temporale, non sono riusciti a metabolizzare la sconfitta ed entrano in campo poco convinti. Sarà l’unica partita del torneo giocata sotto tono ed il risultato lo dimostra: Lyons 0 Bassano del Grappa 28

Rovereto

E’ passata quasi un’ora dalle due sconfitte; i Leoni hanno voglia di ruggire ancora. Stavolta la preda è italiana e non le viene lasciato scampo. Tre mete, gioco di squadra ed intensità. Lyons 17 Rovereto 7

Per oggi è finita, siamo terzi nel girone e domani giocheremo per il 5° posto.

Il pomeriggio di rugby si chiude nel migliore dei modi: le tre squadre italiane si abbracciano, sono tutti Leoni. E allora Lyons in verde, Rovereto (girando la maglia) in bianco e Bassano in rosso si uniscono in grande emozionante tricolore. E tutti insieme si canta l’inno.

Questo è il rugby.

Terzo tempo al centro sportivo e poi di nuovo in hotel.

Domenica ore 9.00

Nottata più tranquilla e risveglio posticipato di un’ora rispetto al giorno precedente ci restituisco dei Leoni in gran forma. Negli occhi hanno ancora la luce del giorno prima, le sconfitte sono state dimenticate. Oggi hanno la consapevolezza che con impegno ed attenzione non sono secondi a nessuno.

Si gioca a Manosque presso il centro multi-sportivo comunale, anche questo è un campo perfetto.

Il tempo è poco, i ragazzi si cambiano a bordo campo si tenta qualche passaggio ed un po’ di riscaldamento ma gli sguardi dei Leoni sono puntati sui prossimi avversari. Li guardano, li studiano. E poco alla volta l’atteggiamento muta. Sta tornado la squadra, stanno diventando nuovamente un branco di Leoni pronti a ruggire.

Cadenaux

I Leoni aggrediscono subito la linea, non lasciano spazio, salgono, giocano e segnano. E placcano. Tutto e tutti. Dimostrano ancora un volta di essere una Squadra organizzata. Lyons 10 Cadenaux 0

Marsiglia

E’ la finale, li abbiamo già battuti. I Leoni sono affamati, il Marsiglia ha paura. Viene fuori una partita nervosa. I francesi sono scorretti in più occasioni, tanto da meritare un’ammonizione. I nostri ragazzi vogliono vincere giocando a rugby e rimangono concentrati. Segniamo una meta e la trasformiamo, teniamo e resistiamo al loro assedio protratto, inspiegabilmente, in extra time. Si perde un po’ di coralità ma rimane la sostanza. NOI VINCIAMO DENTRO LE REGOLE. Lyons 7 Marsiglia 5

QUINTI!

La posizione assoluta dice poco però di questo indimenticabile weekend. I Leoni tornano a casa fieri di un risultato al quale non erano “preparati”.

Ora sanno quanto valgono, sanno che sono forti anche se ancora devono lavorare. Sanno che si diventa Leoni solo se si diventa una squadra ed il loro ruggito si è sentito forte e chiaro anche in Francia. Sanno, soprattutto, che sono e saranno per sempre i Lyons.

I nostri Under 14 meritano un vero plauso per quanto fatto.  Un ringraziamento da parte della Società ai ragazzi per aver onorato il campo, a tutti i genitori (presenti e non) per il loro supporto ed ovviamente a tutti gli accompagnatori ed allenatori che hanno portato i nostri ragazzi a questi livelli.

Claudio Zanini

Foto disponibili nel sito dei Lyons: http://www.rugbylyons.com/under-14/

Premi sul tasto “FOTO TRASFERTA A MANOSQUE”

 

 

 

Lascia un commento

Close Menu